[Recensione5] Le Ceneri della Fenice – The Fade

Ringrazio Dyvina Sollena per questo commento su “Le Ceneri della Fenice – The Fade” ❤

Ho letto “Le ceneri della fenice” quasi tutto d’un fiato. Un racconto leggero dallo stile di scrittura chiaro e scorrevole. Mi è piaciuto immedesimarmi nelle vicende della protagonista con immensa curiosità dati gli innumerevoli colpi di scena presenti nella trama. Sono rimasta senza parole in più occasioni. Mi sono piaciuti i personaggi, tutti ben caratterizzati e resi unici dalle singolarità di ognuno. Niente è ovvio o scontato in “Le ceneri della Fenice”. Acquisterò sicuramente il seguito. Consigliato a chiunque abbia voglia di passare un po’ di tempo immerso in una storia originale e diversa dal solito.
Brava Jane! 😉😉😉

dyvina sollena
Le Ceneri della Fenice lo trovate anche completamente gratuito su Wattpad!

Annunci

Intervista a JFM (ma sono io!)

Ci sono persone addirittura interessate a quello che dico!
Un po’ di blablabla sul mio romanzo, dal sito Curiosando!

 

  • Le Ceneri della Fenice - The FadeParlaci di te, autrice: «Sono una scrittrice in erba che si cela dietro lo pseudonimo di Jane Fade Merrick. Questo perché ho grossi problemi mentali per cui provo una vergogna immane nel far sapere alle persone che mi conoscono che ho scritto e (auto)pubblicato ben tre libri. Va da sé che vendere i suddetti diventa praticamente impossibile, visto che solitamente la prima forma di guadagno sono i parenti e gli amici, ma io sono una persona a cui piace sperimentare, quindi sto provando nuove strategie di marketing per la vendita a perfetti sconosciuti.»
  • Qual è il titolo del tuo libro? «Per ora vi parlerò solo del mio romanzo principale, cioè “Le Ceneri della Fenice” che è una storia in due volumi (sottotitolati corrispettivamente in “The Fade” e “Living Hell”).»
  • A quale genere appartiene? «Già qui vado in crisi mistica. Come la famosa frase nel film d’animazione Balto “Non è cane, non è lupo. Sa soltanto quello che non è. Se solo capisse quello che è.” LOL Posso dire che il mio romanzo è uno “Slice of Life” cioè uno spaccato di vita. Questa categoria non è ancora “ufficializzata” in Italia (e mi sa nemmmeno in USA), ma è molto in voga in Giappone. Questo romanzo non è una storia d’amore, anche se d’amore (non romantico) si parla; non è un chicklit, anche se parla di una ragazza; non è un’avventura, perché appunto parla di uno spaccato di vita quotidiana, quindi ho sempre avuto problemi a catalogarlo. Alla fine lo devo buttare nel “calderone” della “narrativa generale” ma è piuttosto deprimente.»
  • Le Ceneri della Fenice 2 - Living HellCome è stato pubblicato? «Ho scelto l’auto-pubblicazione. All’inizio per gioco, perché realmente non credo di essere una grande scrittrice e non cerco i grandi numeri. Poi col tempo mi sono resa conto che questo metodo di pubblicazione vale. E vale tanto. Quindi lo sto sviluppando cercando tutti gli stratagemmi che possano aiutare uno scrittore auto-prodotto a raggiungere un pubblico. Ancora, non lo faccio per raggiungere grandi numeri ma per sperimentare le sue potenzialità e adesso che ne so un po’ di più cerco di spronare altri autori a seguire questa strada (ho scritto una guida gratuita al self publishing su wattpad). Perché se un libro vale, secondo me, merita di essere pubblicato e visto che le grandi case editrici adesso hanno altri parametri di selezione, l’autopubblicazione potrebbe essere una validissima alternativa.
    Ho scelto di pubblicarmi con Youcanprint…

LEGGI TUTTA L’INTERVISTA QUI

 

[Recensione3] Le Ceneri della Fenice – The Fade

Un’inaspettata recensione del mio libro da parte di Anna Mormile, che ringrazio infinitamente *_*
I miei libri sono completamente gratuiti su Wattpad e disponibili anche in cartaceo su tutti gli store online! Se li comprate entrambi su La Feltrinelli, avrete il 15% di sconto e la spedizione gratis! =D

[Recensione2] Le Ceneri della Fenice – The Fade

perché lo dice krilli

Cristina Pace gestisce l’attivissima pagina “Perché lo dice Krilli” sia Facebook che su WordPress e la sudetta ha lasciato una minirecensione al mio romanzo che mi ha fatto molto piacere (perché stimo molto il suo parere e la sua persona!). GRAZIE

Qui abbiamo una rece pronta per miss Jane Fade Merrick ed il suo meraviglioso romanzoooo https://www.amazon.it/Ceneri-della-Fenice-Jan…/…/ref=sr_1_2… Fade è sempre di pessimo umore, cammina per le strade coperta da abiti consunti e mostrando un’acconciatura che attira l’attenzione di chi poi sceglie di starle alla larga.
Vive in un giaciglio a cui accede da un’entrata segreta, chiude mettendosi in sicurezza, dorme su un materasso buttato per terra.
Chi è Fade?
Perché vive così?
Rubare l’essenziale per vivere, non disprezzare e non sprecare niente…mentre ripete i suoi principi la sua vita cambia grazie a quello che da principio è solo un moccioso.
Jag è invece tutt’altro, il suo carattere particolare, le sue capacità (anche economiche) stravolgeranno il mondo di Jade per sempre.
Ok.
No spoiler
Perché questo libro, QUESTO LIBRO davvero è qualcosa di diverso.
Nonostante conoscessi le notevoli doti di scrittura di Jade, questo romanzo mi ha davvero colpita.
Quando dico che ne vale la pena, NE VALE LA PENA!
Non c’è un particolare che non vada per il verso giusto: i personaggi sono descritti minuziosamente e sembra che parlino a noi che leggiamo, la piega della storia è avvincente, intelligente e credo di non trovare altri aggettivi.
la musica
I sogni che alcuni credono di non meritare
Le illustrazioni perfette
Questo libro è geniale.
ed io vorrei leggere di nuovo di Fade

Recensione originale qui: https://www.facebook.com/KrillipseDixit/posts/1082055378593679

 

JFM consiglia: Let it Bleed di ArisFitzMaurice

Questo articolo non nasce dal voler ricambiare la stupenda recensione che ArisFitzMaurice ha fatto per me, anche perché io non riuscirei mai a raggiungere così alti picchi di analisi come ha fatto lei; questo articolo ce l’avevo già in mente da tempo , aspettavo solo di arrivare all’ultimo capitolo del del suo romanzo “Let it bleed“.

Parto dal presupposto che dell’autrice si capisce subito quale sia il motore, la passione, il mondo attorno cui gira la sua ispirazione: la musica, specialmente il rock condito da sprazzi di blues. È così che si presenta infatti Aris, un’amante della musica, non lo nasconde e questo elemento portante nei suoi romanzi trascina il lettore via con sè.

Let in bleed è il primo romanzo che ho letto e subito apprezzato, divorandolo fino all’ultima riga perché, come nel mio romanzo, si parla di una band musicale e, più nello specifico, di uno dei suoi componenti: Syd, il chitarrista.
La storia si sviluppa proprio dal punto di vista di quest’ultimo e del suo rapporto con il mondo, con gli affetti e l’amore, il tutto reso estremamente realistico dalla penna dell’autrice. Quello che Syd racconta, prova, sente, viene esposto in maniera chiara, senza fronzoli e sopratutto senza filtri. Syd è una star e come tale ha un modo di vedere le cose diverso dai “comuni mortali”, ogni cosa è amplificata dall’ebbra del successo, dalla consapevolezza di essere considerato un dio ma sopratutto gira intorno al più crudo degli istinti primordiali: il sesso.

Syd racconta, fra passato e presente, le sue storie, le mille amanti che ha avuto, talune dimenticate il giorno dopo, altre che gli sono rimaste impresse sulla pelle come un tatuaggio di cui non può disfarsi. Sviscera il suo comportamento ma non ne trova una spiegazione logica, il suo impulso carnale viene da un istinto innato, come quello da cui nasce la sua musica, il rock, che spesso mischia alle sue amanti, amandolo di quella stessa passione primordiale.

Dovrà un giorno fare i conti con i sentimenti veri, quelli che non si aspettava di poter provare, quelli che nell’arco degli anni ha sempre liquidato con un “‘fanculo” ben piazzato, quelli che corrono paralleli alla strada costellata di alcool, droga ed eccessi che aveva deciso di intraprendere, i quali  un giorno hanno deciso di superare quel margine invisibile e investirlo in pieno. E allora “let it bleed“; al grido di questo motto, il musicista lascia che il suo cuore sanguini di emozioni e le sue dita sanguinino sulle corde della chitarra nel tentativo di trasformarle in musica. Perchè tutti alla fine hanno bisogno di essere salvati, chi dal mondo, chi da se stesso.

Leggete questo libro e rock and roll!