Amarsi troppo per uccidersi: la vita di coppia in un fumetto

La dolcissima Feliscia ha dedicato un articolo e una recensione al mio fumetto “Amarsi Troppo Per Uccidersi”. Grazie per il tuo tempo e dedizione!
Vi ricordo che il fumetto è acquistabile in cartaceo online ma è anche totalmente gratuito sulle seguenti piattaforme:
Instagram: http://www.instagram.com/janefademerrick
Wattpad: http://www.wattpad.com/story/111809281
Il mio blog: janefademerrick.wordpress.com/atpu

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Oggi voglio consigliarvi un libro che raccoglie strisce umoristiche sulla vita di coppia: Amarsi troppo per uccidersi. Colpita dai post su instagram dell’autrice Jane Fade Merrick, ho deciso di acquistare il libro e siccome mi è piaciuto molto, ho pensato di segnalarvelo anche qui.

Amarsi troppo per uccidersi è una raccolta di strisce umoristiche sulla vita di coppia con protagonisti Piccolo, Piccola e i gatti di quest’ultima. Gli “sketch” sono basati su fatti realmente accaduti, a volte veri al 100%, altre volte solo in parte.

102.jpg

ATPU è un libro molto divertente e, se avete un compagno/a è molto facile riconoscersi nelle scenette descritte dall’autrice. Io non ho animali, ma questo volume è un must have per tutti gli amanti dei gatti!

Spero che venga presto realizzato un secondo volume, perché ad essere sincera mi sono affezionata a Piccola e Piccolo!

104.jpg

Potete seguire l’autrice su instagram

View original post 41 altre parole

Annunci

Intervista a JFM: autrice di ATPU

un libro una tazza di te

Non sono notoriamente una persona che dice cose intelligenti, ma quando le domande dell’intervista lo sono, è probabile che qualcosa di buono ne esca!
Ecco a voi un’intervista fattami da Anna di “Un libro, una tazza di tè“, dove parlo di “Amarsi Troppo per Uccidersi”, “Le Ceneri della Fenice”, l’autopubblicazione e cose random!

Ciao Jane, grazie per aver accettato di fare questa chiacchierata!

Buongiorno Anna e grazie a te per l’intervista che mi concedi.

Hai sempre voluto dedicarti alla scrittura?

La scrittura è sempre stato un canale di comunicazione che ho apprezzato anche se non ho mai pensato di utilizzarlo per pubblicare qualcosa di mio. Mi sono interessata all’idea grazie al mio ragazzo il quale, invece, ne era molto appassionato, tanto da invogliarmi a provare. Nello specifico non è una passione innata, ma una sorta di riflesso misto a curiosità.

Quando ho iniziato era da poco tempo in voga il self-publishing, che mi aveva subito intrigato come potenziale canale di distribuzione, quindi mi sono indirizzata direttamente su quello.

LEGGI TUTTA L’INTERVISTA QUI!

***