Parole schizzate – Cap. XI

Altro disegno ispirato al mio romanzo “Le Ceneri della Fenice“.

Cap. XI

Potete vedere gli altri disegni QUI e scaricare gratuitamente metà romanzo QUI!

Come andò avanti la notte Fade non se lo ricordò. Si svegliò la mattina in preda ad un lacerante mal di testa. La sorpresa fu che era riversa sul divano con Nef che le dormiva sopra.
“Cazzo” ebbe solo la forza di dire. Si mosse cercando di scrollarselo di dosso; aveva metà del corpo indolenzito perché schiacciato dal peso di lui. Provò a ricostruire gli eventi guardandosi in giro; c’erano bottiglie vuote e bicchieri rovesciati per terra, erano entrambi senza maglietta ma lei aveva ancora i roller ai piedi, chissà che diavolo avevano combinato. Fatto sta che si sentiva di merda e aveva una nausea incredibile. Cominciò a spingere l’uomo per divincolarsi. Lui si svegliò.
“Ehi monella, non hai rispettato le regole” biascicò lui ancora in preda ai fumi dell’alcol. “Vaffanculo, spostati” rispose lei senza forze. Tentò di reggersi in piedi sui pattini ma cadde, mentre lui rideva da solo. Non riuscendo a muovere un passo, la ragazza pensò bene di aggrapparsi al primo oggetto che trovò a portata di mano e ci vomitò dentro tutto il rum e i ricordi della sera precedente: era il secchio per lo champagne.

Capitolo 11 – Connessioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...